Paramenti sacri


Paramenti sacri - casula, camici, stola, dalmatica - Stella Maris

Paramenti sacri su Stella Maris

Il paramento liturgico, dal latino "parare" cioè "preparare", è un vestito che si utilizza per la celebrazione liturgica dai sacerdoti. Alcuni elementi dei paramenti sacri sono di colore diverso in base al periodo dell'anno in cui si svolge la liturgia. La casula o pianeta è la veste liturgica del sacerdote che celebra la messa. Sotto la casula di solito si indossa l'amitto (dove previsto), le camice o alba, il cingolo (ove previsto) e stola; sotto la casula il Vescovo nelle messe pontificali aggiunge la dalmatica. Nelle celebrazioni dove non è prevista l'annessione al rito della Messa, il sacerdote può indossare il piviale o la semplice stola premettendo sempre il camice o la cotta. La stola è un paramento sacro che utilizzano i diaconi, presbiteri e vescovi. La stola è costituita da una striscia di stoffa lunga tra i 200 e i 250 centimetri ed è ornata generalmente con tre croci, una a ciascuna estremità ed una al centro; la stola può essere più o meno decorata con ricami e il suo colore varia a seconda del tempo liturgico. La dalmatica è un'ampia tunica, lunga fino sotto il ginocchio, provvista di ampie maniche, che arriva all'altezza delle ginocchia. È l'abito proprio dei diaconi, i quali la indossano nelle Celebrazioni liturgiche. La dalmatica, variamente ornata, è di colore diverso a seconda delle festività.